religioni e geopolitica

Chi prevedeva la morte di Dio si è sbagliato. Dio non è mai stato tanto vivo come nel nostro secolo. Quasi tutti i conflitti trovano nella religione la loro giustificazione. Dalla fine della guerra fredda, i conflitti in cui le rivalità religiose occupano un posto importante, si sono moltiplicati e accentuati in molte zone del mondo. Le religioni sono tornate ad essere attori chiave nelle relazioni internazionali contemporanee. Cercare di capire il ruolo che esse hanno nel gioco della politica mondiale è cruciale.

ZOUHIR LOUASSINI

Scrittore, Giornalista Rai, è stato editorialista de L’Osservatore Romano. Dottore di ricerca in Studi Semitici (Università di Granada, Spagna). Visiting Professor in varie università italiane e straniere. Ha collaborato con diversi quotidiani arabi tra cui al-Hayat,Lakome e al-Alam. Collabora con Radio Medi1 (Marocco). Ha pubblicato vari articoli sul mondo arabo in giornali e riviste spagnole (El Pais, Ideas-Afkar). Ha pubblicato Qatl al-Arabi (Uccidere l’arabo) e Fi Ahdhan Condoleezza wa bidun khassaer fi al Arwah (“En brazos de Condoleezza pero sin bajas”), entrambi scritti in arabo e tradotti in spagnolo. Partecipa a: Confini e orizzonti: la nuova geopolitica del Mediterraneo. Modulo di geopolitica.

Locandina_Louassini.jpg