EVENTI E RELATORI

PRIMO CICLO #linguaggi

1. Cinema e Letteratura - RICCARDO MAZZEO

 

Editor storico della Erickson, Riccardo Mazzeo è stato editor in chief di 11 riviste scientifiche e scrive sulle pagine culturali del Manifesto. Si occupa dei diritti internazionali, spesso traduce, cura i rapporti con i mezzi di informazione.

Traduttore dall’inglese di Zygmunt Bauman, ha fortemente seguito il progetto di scrittura del libro Conversazioni sull’educazione. L’opera, incentrata sul ruolo dell’educazione nella nostra società, è divisa in venti brevi capitoli che spaziano dalle problematiche del consumo a quelle della disoccupazione, dalle difficoltà dei giovani a quelle dei disabili, passando per le odierne rivolte inglesi e nordafricane e per le riflessioni di autori come Lacan, Zizek, Bateson, Morin. Nel 2015 ha pubblicato insieme al filosofo e psicanalista argentino Miguel Benasayag C’è una vita prima della morte?, un dialogo sulla percezione dell’età anziana nella società di massa, non più rispettata e rivestita di autorevolezza ma relegata nelle sacche dell’esclusione sociale. Ha pubblicato, edito Einaudi, Elogio della Letteratura, scritto con Bauman e altri libri. Modulo formativo quale specchio della società attraverso i vari racconti mediatici.

 

2. Linguaggio teatrale e regia - ELENA MARINO

 

Regista e drammaturga. Fondatrice della compagnia Teatrincorso.  Ha svolto attività di Cultore della Materia e Ricercatore presso l’Università degli Studi di Trento e di Torino, pubblicando un libro su Pindaro e vari articoli sul teatro classico. Ha svolto attività di insegnante con cattedra presso il Liceo Carducci di Bolzano. Ha collaborato per la pagina della cultura con il quotidiano L’Alto Adige ed è stata uno dei revisori del Dizionario di Greco GI-Montanari della Loescher. Si è occupata di teatro, poesia, metrica, linguistica e PNL (Programmazione Neuro-Linguistica). 

Dal 2000 tiene corsi di teatro e laboratori per attori in sedi istituzionali e dal 2003 presso il Teatro Spazio 14, in collaborazione con associazioni, istituzioni del territorio e scuole. Dedicatasi professionalmente al teatro dal 2000, ha curato la regia di numerosi spettacoli presentati in festival nazionali e internazionali e in stagioni anche di Teatri Stabili (lo spettacolo “A PART” è stato presentato nel 2007 al Festival Internazionale di Tornio e Haparanda in Finlandia; lo spettacolo “Amleto” del 2006 ha vinto il prestigioso “Gemini d’Oro” al Roma Teatro Festival; lo spettacolo “Barbablù” è stato presentato nelle maggiori città italiane e all’edizione 2006 del festival Drodesera > Centrale Fies; lo spettacolo “Dietro lo specchio” è entrato nella stagione del Teatro Stabile di Bolzano dedicato al giovane teatro sperimentale). Lo spettacolo “Pass/ages” è stato l’unico spettacolo italiano selezionato per il Festival internazionale Blackbox International Theater and Dance Festival di Plovdiv in Bulgaria. Il progetto “Voci nella tempesta” vince il premio “Nuova scena.tn” 2014. Svolge un’intensa attività di didattica teatrale in collaborazione con l’Università, l’Opera Universitaria e altri Enti della provincia di Trento. Modulo formativo per imparare a rappresentare le dinamiche e bisogni sociali.

3. Media mainstream e il sud del mondo - GENNARO CAROTENUTO

 

Gennaro Carotenuto è professore e ricercatore in Storia Contemporanea presso l’Università di Macerata. È stato Fellow Teacher presso l’Università Bocconi di Milano e Research fellow presso l’Institut des hautes études d’Amérique latine dell’Università Sorbonne Nouvelle oltre che professore invitato presso università di Argentina, Cile, Uruguay, Venezuela, Tunisia. La sua attività di storico riguarda la politica internazionale, i fascismi e le dittature di destra, la storia contemporanea dell’America latina, la storia orale e la storia del giornalismo in particolare quella degli ultimi trent’anni, con studi sul rapporto tra giornalismo digitale e mainstream. Ha scritto come analista internazionale per vari periodici latinoamericani tra i quali Brecha di Montevideo e La Jornada di Città del Messico. 

Ha lavorato per El País di Madrid, e collaborato con La Stampa e il Manifesto. Dagli anni Novanta commenta regolarmente di storia e politica latinoamericana in programmi di RAI Radio 3 e Radio Svizzera. Pubblicazioni: Franco e Mussolini (La seconda guerra mondiale vista dal Mediterraneo: i diversi destini dei due dittatori), Sperling & Kupfer, 2005,  Storia e comunicazione. Un rapporto in evoluzione, EUM, 2007, Giornalismo partecipativo. Storia critica dell’informazione al tempo di Internet, Nuovi Mondi, 2009. Modulo formativo sullo story telling mediatico.

 

4. Religioni e geopolitica - ZOUHIR LOUASSINI

Scrittore, Giornalista Rai, è stato editorialista de L’Osservatore Romano. Dottore di ricerca in Studi Semitici (Università di Granada, Spagna). Visiting Professor in varie università italiane e straniere. Ha collaborato con diversi quotidiani arabi tra cui al-Hayat,Lakome e al-Alam. Collabora con Radio Medi1 (Marocco). Ha pubblicato vari articoli sul mondo arabo in giornali e riviste spagnole (El Pais, Ideas-Afkar). Ha pubblicato Qatl al-Arabi (Uccidere l’arabo) e Fi Ahdhan Condoleezza wa bidun khassaer fi al Arwah (“En brazos de Condoleezza pero sin bajas”), entrambi scritti in arabo e tradotti in spagnolo. Partecipa a: Confini e orizzonti: la nuova geopolitica del Mediterraneo. Modulo di geopolitica.

 

5. Archivi desecretati, mire territoriali nel dopo guerra - GIOVANNI FASANELLA

 

Giornalista, sceneggiatore, documentarista e scrittore. Inizia la sua carriera nel giornalismo lavorando a «L’Unità», dove negli anni di piombo, a Torino, si occupa di terrorismo. Si sposterà poi nella redazione romana in cui, a metà anni Ottanta, sarà resocontista parlamentare e notista politico. Si occuperà di politica anche dal 1988, quando passerà a «Panorama». Da qualche anno, Fasanella ha lasciato la carriera di giornalista per dedicarsi esclusivamente a libri e sceneggiature. A questo proposito, ricordiamo che il film Il sorteggio (con Beppe Fiorello e Giorgio Faletti, andato in onda su RAIUNO nel 2010) ha utilizzato una sceneggiatura originale di Fasanella, scritta nel 1996 e vincitrice del Premio Solinas.  Autore di numerose pubblicazioni. Giornalista d’inchiesta con studio e ricerca di archivi secretati, in Italia e all’estero, ha scritto numerosissimi libri sulla Storia d’Italia. Modulo formativo sugli asset storici internazionali.